Dioniso, Ex vite vita

Un’ebbrezza mi coglie
mi inebria
mi avvolge,
è il Signore del vino,
è Dioniso,
dagli alti clamori!

Gioisce in te la vita,
Dio nato due volte
al grido evoè
le tue sacerdotesse
lanciano richiami al mondo,
invitandolo
a camminarti a fianco.

Folle, spensierato,
Dio vagabondo,
solo di rado
bussi alle porte dell’Olimpo.
per salutare i tuoi fratelli.

Nulla racchiuderà
l’essenza della tua presenta,
tantomeno le parole
porranno briglie
laddove non esistono.

Sei specchio e coscienza
per svelare
il compagno ai compagni,
la verità alla menzogna
la profonda linfa
del cacciatore errante.

Misterioso Dio del miele
dal tuo nettare
scaturisce la vita
e la fioritura diventa feconda.

Invitami alla tua festa,
là,
dove il tempo
non ha importanza
e il piacere
regna incontrastato.

Mi abbandonerò all’euforia di volare
smarrita nei tuoi boschi
tra vortici di danze,
con l’edera tra i capelli.

Tra i tralci di vite
incontrerò
la potenza liberatrice
del divino entusiasmo
e nei tuoi occhi di ambrosia
dissolverò amari e amori.

Neriene

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...